L’Italia del futuro e il suo passato

Prendo lo spunto dal bel pezzo di Christian Raimo sulla fiction su Calabresi e da questo articolo di Sandra Bonsanti per sollevare una questione che ritengo decisiva.

Su le mani quanti insegnanti di storia alle superiori (alludo in particolare a quelle con due ore settimanali) riescono a raccontare gli anni decisivi della formazione della nostra Repubblica, dando ai ragazzi essenziali strumenti di analisi dell’oggi. Riusciamo a raccontare loro le radici del fenomeno mafioso, le dinamiche della Guerra Fredda, la “mutazione antropologica” degli anni del boom, gli Anni di Piombo e i nostri infiniti anni Ottanta?

Penso che molte cose cambierebbero se riuscissimo a insegnare queste cose ai ragazzi, per bene, scientificamente, dando loro strumenti, non tesi preconfezionate che piacciono a noi. Senza levarci sassolini dalla cattedra, ma semplicemente collegandoli al loro presente.

Chi ci sta a creare una comunità che condivida programmi, metodi, percorsi e costruisca un “curricolo irrinunciabile di storia” da proporre nelle sedi appropriate?

Federico Ferri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...